Lavoro, laureati in fuga all’estero

30 09 2009

Roma, 29 set – Non si arresta la fuga di cervelli dall’Italia, segnando un trend crescente nel corso degli ultimi decenni, sia per le scarse ricompense offerte dal nostro mercato lavorativo, che per le opportunità concrete di lavoro. Secondo un sondaggio, condotto da IPSOS e CNEL, i cui risultati sono stati pubblicati in un articolo del Corriere della Sera, ben due laureati su tre potrebbero fuggire all’estero. L’inchiesta è stata condotta fra i laureandi, ovvero fra coloro che conseguiranno il sospirato titoli nei prossimi dodici-diciotto mesi.


Nonostante questi lodevoli presupposti, sono pochi i laureati che poi, di fatto, si trasferiscono oltre confine. Come si dice: “Fra il dire ed il fare c’è di mezzo il mare…”. In effetti, la possibilità di fuggire all’estero è legata alle opportunità di lavoro concrete che in seguito vengono offerte da società internazionali, che sono senza dubbio inferiori alle aspettative.
Più interessante è capire i motivi alla base di questa aspirazione dei giovani laureati, quali la scarse opportunità lavorative, la tendenza delle aziende a privilegiare i contratti a termine ed il precariato.
Le destinazioni più desiderate?. Stati Uniti e Inghilterra, a ragione anche della lungua inglese, ma anche Germania e Spagna.
E la retribuzione? Certamente è uno dei fattori che spinge i giovano a valicare i confini nazionali, essendo, come noto, le retribuzioni italiane mediamente inferiori a quelle europee.

fonte roma.indymedia.org

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: