Another Brick in the Wall

19 10 2009

“La Lega è nettamente contraria alla proposta di inserire l’ora facoltativa di religione islamica a scuola”.
 Sulla proposta del viceministro allo Sviluppo economico Adolfo Urso di An così risponde il ministro dell’Interno Roberto Maroni.
“Se la proposta servisse a migliorare l’integrazione – spiega Maroni – saremmo tutti d’accordo, ma questo è certamente il modo più sbagliato per farlo”.

wallSul fatto che la lega si impegni a risolvere i problemi di integrazione è lecito avere dei dubbi, credo. Probabilmente la loro soluzione è  quella di rimuovere il problema alla radice, cioè non considerare, emarginare o addiruttura eliminare, direttamente chi ha una cultura diversa dalla loro.

“mentre l’ora di religione cattolica è rappresentata dalla chiesa, con valori precisi che si possono trasmettere, l’imam interpreta il Corano liberamente: non c’è un messaggio chiaro da trasmettere”.

Perfino giustifica l’affermazione  entrando nel merito della religione stessa, quella islamica, dicendo che non è chiara. Non credo ci sia una visione più avventata, ignorante e becera di questa.

Asclotando le parole del ministro Andrea Ronchi,”idea inattuabile a partire dalla necessità di dover difendere le radici cristiane della nostra società”,viene da rabbrividire. Il discorso, infatti, viene completamente stravolto. Perché una proposta così deve passare come un attentato a qualcos’altro? Non c’è nulla da difendere, perché nulla è messo in discussione. Si tratta solo di avere una scelta in più, nient’altro. Estrarre a forza, da questa proposta,  un motivo d’attacco alla nostra cultura è da considerarsi “terrorismo” delle parole, atto a portare paura e dissapore, nei confronti della deversità, del tutto ingiustificate.

E’ quando ci troviamo difronte alla possibilità di poter scegliere che ci sentiamo liberi e sereni, non predisposti ad atteggiamneti estremi. Al contrario, se obbligati, non considerati ed emarginati siamo più propensi verso condotte integraliste. Credo che questi siano concetti sul quale tutti noi possiamo avere dei riscontri diretti, anche nella vita privata di tutti i giorni.

Queste prese di posizione, nei riguardi di questi temi, sono propense ancora una volta a separare, disgiungere non ad integrare.

La cosa più ostica da digerire è leggere in queste dichiarazioni i (falsi) buoni intenti stroncati dal dubbio. Il leader dell’Udc Pier Ferdinando Casini:”l’idea è senz’altro generosa, ma rischia di essere avventata”. Forse questa è da considerarsi la peggiore delle affermazioni. Ammette la nobiltà della proposta poi però allo stesso tempo  la sgretola completamente, rendendola pericolosa ma soprattutto inesplorata, sconosciuta, con un velo di macabro mistero. Chissà poi però cosa accadrà…di così tanto pericoloso… Quali saranno mai questi pericoli a cui si andrebbe incontro? Perché non celo spiegano?

Si perde l’ennesima occasione per crescere e si aggiunge un altro MATTONE sul muro!

Francesco Verginelli

Annunci

Azioni

Information

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...




%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: