MAFIA: La paura fa 90,anzi ’92 ’93.

30 11 2009




Sandro Pertini e Giorgio Napolitano. Trova le differenze.

30 11 2009




Hebron …

26 11 2009


La vulnerabilita’ degli spazi interni palestinesi e’ visibile nei massimi termini nella citta’ di Hebron. Un agglomerato con una forte presenza di coloni ebrei all’interno dei confini municipali. La vita nella citta’ e’ impossibile per i palestinesi a causa, sia delle continue violenze subite dai coloni, protetti da militari e polizia israeliani, che dalla mancanza di protezione legale per difendersi dalle aggressioni subite. Il video qui presentato, girato all’ingresso di una casa palestinese, presso la strada che porta alla colonia ebraica di Tel Rumeida, mostra chiaramente la realta’ quotidiana affrontata da una mamma palestinese.





Nuove dichiarazioni del pentito Gaspare Spatuzza

26 11 2009

Una tempesta, che non si sederà presto, quella scatenata dalla deposizione del pentito Gaspare Spatuzza, che, nei primissimi anni ’90, avrebbe visto l’attuale presidente del Senato Renato Schifani incontrare il boss Filippo Graviano. Schifani assisteva civilmente Giuseppe Cosenza, indiziato per mafia e, quindi, sottoposto alla confisca dei beni nonché alla sorveglianza speciale per tre anni. Immediata la reazione del presidente del Senato che, negando di aver mai intrattenuto rapporti con Graviano, ha annunciaton di denunciare “in sede giudiziaria, con determinazione e fermezza, chiunque, come il signor Spatuzza, intende infangare la mia dignità professionale, politica e umana, con calunnie e insinuazioni inaccettabili”.





Roma, scontri tra polizia e operai ALCOA

26 11 2009

Migliaia i partecipanti al corteo di Roma dei lavoratori dell’Alcoa in lotta per la difesa del posto di lavoro. Momenti di tensione e scontri quando gli operai hanno tentato di manifestare sotto l’ambasciata USA (L’Alcoa è una multinazionale americana). Solidarietà con i lavoratori Alcoa in lotta!!!





Mafia, un nuovo fronte per il premier

26 11 2009

Al processo Dell’Utri le rivelazioni del pentito Spatuzza mettono in imbarazzo Berlusconi. L’analisi di Attilio Bolzoni





SCUDO COSENTINO

26 11 2009

Giunta delle autorizzazioni, Pdl e Lega stoppano l’arresto. Pd e Idv: salvataggio indecente.

di Stefano Ferrante

La notizia Nicola Cosentino ha preferito attenderla a casa sua a Caserta, una piccola concessione alla scaramanzia. Senza troppa trepidazione, perché i numeri nella Giunta per le autorizzazioni della Camera sono blindati per il centrodestra. Va tutto come previsto, in due ore la pratica è archiviata: la richiesta di arresto a Cosentino respinta perché “nei suoi confronti c’è un oggettivo fumus persecutionis” . A favore della relazione di Antonino Lo Presti che chiede di respingere la richiesta del gip di Napoli nei confronti del sottosegretario all’Economia, indagato per concorso esterno in associazione mafiosa, votano in undici: tutti quelli del Pdl, della Lega, del Mpa e uno dei due Udc, Domenico Zinzi. Casini aveva dato ai suoi due membri in Giunta libertà di coscienza. Libertà salomonicamente espressa. Se Zinzi è contro l’arresto, Pierluigi Mantini ex Ulivo, vota con il Pd, a favore. In tutto a schierarsi per l’arresto di Cosentino sono in sei, compreso il presidente della Giunta Pierluigi Castagnetti e l’Idv.
Leggi il seguito di questo post »