Sandro Pertini e Giorgio Napolitano. Trova le differenze.

30 11 2009




Il corpo del videoreato – Art.361 e art.648 Codice Penale

2 11 2009

Libro secondo: DEI DELITTI IN PARTICOLARE
Titolo III: DEI DELITTI CONTRO L’AMMINISTRAZIONE DELLA GIUSTIZIA
Capo I: DEI DELITTI CONTRO L’ATTIVITA’ GIUDIZIARIA

Art. 361 Omessa denuncia di reato da parte del pubblico ufficiale
Il pubblico ufficiale, il quale omette o ritarda di denunciare all’Autorita’ giudiziaria, o ad un’altra Autorita’ che a quella abbia obbligo di riferire, un reato di cui ha avuto notizia nell’esercizio o a causa delle sue funzioni, e’ punito con la multa da 50euro a 500 euro.
La pena e’ della reclusione fino a un anno, se il colpevole e’ un ufficiale o un agente di polizia giudiziaria, che ha avuto comunque notizia di un reato del quale doveva fare rapporto.

Libro secondo: DEI DELITTI IN PARTICOLARE
Titolo VIII: DEI DELITTI CONTRO L’ECONOMIA PUBBLICA, L’INDUSTRIA E IL COMMERCIO
Capo II: DEI DELITTI CONTRO IL PATRIMONIO MEDIANTE FRODE
Art. 648 Ricettazione
Fuori dei casi di concorso nel reato, chi, al fine di procurare a se’ o ad altri un profitto, acquista, riceve od occulta denaro o cose provenienti da un qualsiasi delitto, o comunque s’intromette nel farli acquistare, ricevere od occultare, e’ punito con la reclusione da due a otto anni.





Corte Costituzionale: Lodo Alfano illeggittimo

7 10 2009

ROMA – Il lodo Alfano è illegittimo, perché viola ben due norme della nostra Carta costituzionale: l’articolo 3, che stabilisce l’uguaglianza di tutti i cittadini (anche di fronte alla legge); e l’articolo 138, che impone l’obbligo, in casi del genere, di far ricorso a una legge costituzionale e non ordinaria. Lo hanno deciso, a maggioranza, i giudici della Consulta, riuniti in seduta plenaria dalla mattinata di ieri, a proposito del provvedimento che sospende i processi per le prime quattro cariche dello Stato.





Costituzioni, costituzionalismo, democrazie

7 10 2009

di Luca Pighini
repubblica_logoLe costituzioni non sono mai strutture asettiche e svincolate dagli ambienti sociali e politici ove nascono, vivono e talvolta tramontano. La stessa parola Costituzione ha significato polisenso, poiché indica la fase del costituire, al contempo la struttura complessiva dell’ordinamento e le regole di fondo dell’istituzione giuridica. Non possiamo parlare di costituzione senza specificare in quale contesto storico, giuridico o politico ci troviamo. Da questo deduciamo che non esiste una definizione omnicomprensiva di Costituzione. Tuttavia, è indispensabile evidenziare la principali caratteristiche: la costituzione struttura la legge fondamentale dello Stato ed ha carattere di superiorità.
Leggi il seguito di questo post »